Parma, Teatro Farnese.

Parma, Teatro Farnese.

Parma, Teatro Farnese, complesso della Pilotta.
Foto E. Fornaciari

Uno dei capolavori del complesso della Pilotta, il Teatro Farnese (1618), è inserito nella Strada europea dei teatri storici.

Nel nostro Paese corre uno dei cinque percorsi europei che passa per Parma.

Ingresso Euro 2,00 – Ridotto Euro 1,00 –

Ingresso gratuito per tutti i cittadini della Counità Europea che hanno compiuto i 65 anni e per quelli al di sotto dei 18 anni.

Visite guidate e visite didattiche: (+39) 340 6023906

www.parmavisiteguidate.it

info@parmavisiteguidate.it

Canova, Maria Luigia. Galleria Nazionale di Parma

Canova, Maria Luigia. Galleria Nazionale di Parma

Maria Luigia era nata a Vienna il 12 dicembre 1791.Il padre, Francesco I d’Asburgo, era imperatore del sacro Romano Impero.
L’educazione e l’istruzione della piccola Maria Luigia furono abbastanza curate e improntate a severità e disciplina. La fanciulla apprese la geografia, la storia, l’aritmetica e soprattutto le lingue, molto importanti per la famiglia degli Asburgo che tradizionalmente stipulava alleanze matrimoniali per dominare l’Europa.

La giovane principessa era ubbidiente e accettava quanto le era richiesto. Fin dall’infanzia le fu instillata una forte avversione per Napoleone descritto come una sorta di mostro che aveva minacciato la sua famiglia.
Nel 1810 Bonaparte cercava una moglie che fosse in grado di dargli un figlio e garantirgli quindi la stabilità del trono. La scelta della sposa cadde sulla figlia dell’Imperatore d’Austria e passò solo qualche mese dall’accordo matrimoniale alle nozze.
Maria Luigia, imperatrice dei francesi, fu impressionata dalla ricchezza dei doni dello sposo, dai ricevimenti e dalle feste parigine come dai numerosi Palazzi che cominciò ad abitare.
Dopo un anno di matrimonio nacque il tanto desiderato figlio di Napoleone che venne chiamato Napoleone Francesco Giuseppe Carlo, soprannominato l’Aiglon.
Dal 1813 la fortunata ascesa politica e militare di Bonaparte cambiò strada, l’imperatore dei francesi venne sconfitto da Russia, Prussia e Austria quindi fu costretto a rinunciare al trono.
Maria Luigia abbandonò Parigi e ,con il figlioletto, tornò dal padre a Vienna.
Nel 1815 il Congresso di Vienna, formato dalle potenze vincitrici, le assegnò il Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla.
Il piccolo dovette rimanere in Austria: madre e figlio vissero separati.
Si vedevano solo durante i viaggi che Maria Luigia faceva durante l’estate .
La duchessa arrivò a Parma nel 1816, attraversò il fiume Po su un ponte di barche a Casalmaggiore.
Era accompagnata dal generale Neipperg, ministro del Ducato e suo futuro secondo marito.
I 30 anni di governo di Maria Luigia si caratterizzarono per l’attenzione verso i poveri, gli orfani, le ragazze madri e i malati.
Vennero edificati ponti, strade e luoghi di cultura e promosse le arti.
A Parma nacquero Albertina e Guglielmo, figli del generale Neipperg e della Duchessa, mentre il primo figlio, Napoleone Francesco, morì a Vienna di tisi nel 1832.
Il governo della “buona duchessa” terminò con la sua morte nel 1847.
Il suo corpo riposa a Vienna nella cripta della chiesa dei Cappuccini e sulla sua tomba c’è sempre un mazzolino di violette di Parma.

Guida turistica di Parma e dintorni: parmavisiteguidate@gmail.com

Una Guida per visitare Parma e dintorni: parmavisiteguidate@gmail.com

Una Guida per visitare Parma e dintorni: parmavisiteguidate@gmail.com

Violetta di Parma

Violettes animées

Violettes animées

Parma color viola 2013

Parma color viola 2013


PARMA COLOR VIOLA
23 marzo 28 aprile 2013

Les Fleurs Animées di J.J Grandville
Una Viola per l’Orto
La Collezione ParmaColorViola

Sabato, 23 marzo 2013, alle 10.30, si apre la più primaverile delle
iniziative: la mostra organizzata in concomitanza con l’annuale evento
ParmaColorViola presenterà infatti l’ultima opera dell’illustratore del XIX
secolo Grandville, dalla cui fantasia i fiori prendono vita e forma in
suggestive e raffinate creazioni.